BOCLASSIC: diretta Rai Sport Sat ore 15,30

{flike id=161} {plusone id=161}

I fari internazionali saranno puntati a Bolzano, come ogni anno il 31 dicembre. Saranno probabilmente in 10.000 a tifare Baldini. Il campione olimpico e beniamino del pubblico, già 2° nel 2004, è la stella della 32esima edizione. Alla sua nona partecipazione vorrebbe finalmente vincere ed ottenere la prima vittoria italiana dal 1988 (Salvatore Antibo). I veri favoriti però sono di colore e provengono dall’Africa. Lo spettacolo è garantito.

La gara  sarà trasmessa in diretta Rai Sport sat dalle 15,30 commento di Franco Bragagna.

Paul Kosgei, campione del mondo della mezza maratona nel 2002 ha stabilito qualche mese fa il secondo miglior tempo di sempre nella mezza maratona (59:07).
Kurt Putzer, presidente del Comitato Organizzatore, si è fatto fuggire il suo pronostico: "Per me Kosgei è il grande favorito". Il Vincitore del 1998 e tre volte secondo della BOCLASSIC conosco bene il percorso: "Dopo tre anni sono tornato in Europa per una gara invernale. Spero di vincere."
Gianni Demadonna, negli anni 80 due volte sul podio e ormai da anni in funzione di manager garante per una griglia di partenti di tutto rispetto, favorisce però un altro keniano. "Considerando che ha corso la quarta prestazione mondiale nel 2006 sui 5.000, vedo Edwin Soi come favorito. Anche Abderrahim Goumri (12esima prestazione di tutti i tempi sui 5.000) è da tenere in considerazione.”

Altro

BoClassic: gli avversari di Baldini

{flike id=159} {plusone id=159}

Il 31 dicembre 2006 la Corsa Internazionale di San Silvestro BOCLASSIC vivrà la sua 32esima edizione. Alla Corsa di San Silvestro con il più alto livello tecnico al mondo, per il campione olimpico Stefano Baldini sarà difficile ottenere la sua prima vittoria al nono tentativo. Oltre a Moses Mosop, terzo ai Mondiali sui 10.000 metri ci sarà anche il suo connazionale keniano Martin Lel a Bolzano. Lel ha battuto Baldini già due volte alla maratona di Londra.

Altro

BOCLASSIC: Arriva Paul Kosgei; vita dura per Baldini

{flike id=160} {plusone id=160}

Per il campione olimpico Stefano Baldini ora diventerà ancora più difficile, ottenere la sua prima vittoria in occasione della sua nona partecipazione alla BOCLASSIC. Per il pubblico di casa, il regalo sotto l’albero di Natale si chiama Paul Kosgei. Il 28enne keniano, già vincitore a Bolzano nel 1998, ha stabilito quest anno il secondo miglior tempo di sempre (59:07) nella mezza maratona. Per l’ultimo giorno dell’anno è in arrivo un’altra stella dell’atletica mondiale. Tra le donne il ruolo della favorita spetta alla keniana Prisca Jepleting Ngetich, 2° ai Mondiali di Cross.

 

Altro

Una settimana intensa

{flike id=158} {plusone id=158}

Come sempre succede in questo periodo dell'anno, si tirano le somme di quello che è successo durante la stagione appena passata e si parla di futuro. Io mi gaso sempre in queste occasioni, soprattutto dopo una stagione molto bella come quella che ho appena vissuto. Qui a San Vincenzo si sta poi davvero bene, tanto che in questo posto ci sono pure venuto in ferie dopo Goteborg. E' stata anche l'occasione per avere qui qualche giornalista in visita (ho sempre più tempo per fare interviste e fotografie e qui sono venuti i francesi della rivista Vo2) e per fare dei test. Al Campo scuola di Piombino sia venerdi che sabato ci siamo esibiti in un lavoro che prevedeva giri su giri a ritmo crescente col Dott. Fiorella (il medico della Fidal) che ogni 2000 metri ci fermava per prelevare una goccia di sangue e testare al momento la produzione di acido lattico. Ma venerdi mi aspettava anche il test sul costo energetico della corsa, con quella bella maschera e giubbotto che si vedono nella foto. Praticamente si calcola con questo macchinario, collegato via radio al pc del Dottore, il Vo2 Max, cioè il massimo consumo di ossigeno sostenibile dall'atleta. Sono test che facciamo a scadenza predefinita. Dopo tutti parametri fondamentali per capire a che punto siamo e come dobbiamo lavorare nel futuro prossimo. Che si chiama si Natale ma anche Boclassic (il 31) e Namibia (dal 6 gennaio). Ciao e a presto.