Atene 2004+15: cronaca di giorni indimenticabili, 8a parte

A 15 anni dalla magica stagione 2004, ecco l’ultima parte del nostro percorso, il racconto della maratona olimpica e le reazioni post gara di una giornata indimenticabile. Un sogno sportivo diventato realtà. Da Gazzetta dello Sport.

Rileggi la 1° parte cliccando qui

Rileggi la 2° parte cliccando qui

Rileggi la 3° parte cliccando qui

Rileggi la 4° parte cliccando qui

Rileggi la 5° parte cliccando qui

Rileggi la 6° parte cliccando qui

Rileggi la 7° parte cliccando qui

Baldini e l' oro della leggenda

L' azzurro domina da Maratona ad Atene E l' Italia brinda 16 anni dopo Bordin Stefano stronca tutti dopo una gara perfetta. Al 37° km raggiunge il brasiliano Lima e trionfa nello stadio Panathinaiko

Altro

Atene 2004+15: cronaca di giorni indimenticabili, 6a parte

A 15 anni dalla magica stagione 2004, sesto capitolo del nostro libro-racconto. Stefano racconta su maratoneti.com la ricognizione del percorso di mercoledì 25 agosto, a 4 giorni dalla Maratona Olimpica.

Rileggi la 1° parte cliccando qui

Rileggi la 2° parte cliccando qui

Rileggi la 3° parte cliccando qui

Rileggi la 4° parte cliccando qui

Rileggi la 5° parte cliccando qui

Ieri ho visionato in macchina il tracciato di domenica.

Altro

Atene 2004+15: cronaca di giorni indimenticabili, 7a parte

A 15 anni dalla magica stagione 2004, settimo capitolo del nostro libro-racconto. Oggi leggiamo della conferenza stampa del 28 agosto 2004, alla vigilia della gara, su Gazzetta dello Sport.

Rileggi la 1° parte cliccando qui

Rileggi la 2° parte cliccando qui

Rileggi la 3° parte cliccando qui

Rileggi la 4° parte cliccando qui

Rileggi la 5° parte cliccando qui

Rileggi la 6° parte cliccando qui

 

Baldini, è il tuo giorno

La maratona chiama Stefano: «Sono al top, mi sento un leone» «Non è una gara come le altre, servirà fantasia. Si deciderà tutto sulla salita: ti taglia le gambe senza che te ne accorgi» «Tergat da battere, ma senza le lepri non avrà punti di riferimento».

Altro

Sto correndo con le Asics GT 2000-7

Sono sempre stato affezionato utilizzatore della serie 1000 di Asics in tutte le sue versioni dal 2000 in poi.

Oggi la GT 1000 è cambiata profondamente e la si apprezza per qualità diverse dal passato, ma il mio amore per quel modello resta. Ecco perché, appena mi è stato chiesto di testare le GT 2000-7, scarpa che non provavo da tempo, la curiosità di cercare sensazioni amiche è stata davvero gradevole.

Altro