BOCLASSIC: Arriva Paul Kosgei; vita dura per Baldini

{flike id=160} {plusone id=160}

Per il campione olimpico Stefano Baldini ora diventerà ancora più difficile, ottenere la sua prima vittoria in occasione della sua nona partecipazione alla BOCLASSIC. Per il pubblico di casa, il regalo sotto l’albero di Natale si chiama Paul Kosgei. Il 28enne keniano, già vincitore a Bolzano nel 1998, ha stabilito quest anno il secondo miglior tempo di sempre (59:07) nella mezza maratona. Per l’ultimo giorno dell’anno è in arrivo un’altra stella dell’atletica mondiale. Tra le donne il ruolo della favorita spetta alla keniana Prisca Jepleting Ngetich, 2° ai Mondiali di Cross.

 

Kosgei è un sostituto più che valido per i suoi compaesani Martin Lel e Moses Mosop, che non arriveranno a Bolzano perché fuori forma. „Per me ora Kosgei è il grande favorito“, si sbilancia Kurt Putzer, presidente del comitato organizzatore. Nel 2002 Kosgei ha vinto i Mondiali della mezza maratona.

Su questa distanza nel 2006 ha stabilito il secondo miglior tempo di sempre. Solo la legenda Haile Gebrselassie vanta un tempo ancora più basso. Fari puntati anche sul marocchino Abderhaim Goumri. Il 4° dell’anno scorso vuole difendere la sua vittoria nella Mila-Trophy, premio speciale per il più veloce a metà gara. Goumri, già finalista alle Olimpiadi ed ai Mondiali sui 10.000, sui 5.000 ha corso il 12esimo miglior tempo di sempre (12.50.25).

 

Dei sei africani in gara, Baldini deve temere anche il keniano Wilfred Taragon (7° ai campionati africani sui 10.000) ed il 18enne etiope Awash Fikadu  Habtamu. Il giovane emergente, 6° ai Mondiali Juniores di Cross, potrebbe arricchire la lunga lista di quelli, per i quali una prestazione top alla BOCLASSIC rappresenta un punto di partenza per una gloriosa carriera.  Fino il giorno della gara, Putzer dovrebbe presentare un altra stella dell’atletica mondiale.

 

Tra le donne, l’ipotesi della prima vittoria europea dal 1993 sembra essersi allontanata. La russa Liliya Shobukhova ha ritirato la sua iscrizione. Al posto suo ora sono ben tre keniane in lizza per le primissime posizioni. Dopo Ngetich, il comitato organizzatore ha ingaggiato anche Jeruto Kiptum (3a ai Mondiali del 2005 sui 3.000 siepi) ed Irene Kwambai (nel 2005 finalista ai Mondiali sui 10.000, PB: 30:55.67).  La più forte europea sulla carta è l’ungherese Aniko Kalovics, già seconda l’anno scorso, 3. agli Europei di Cross nel 2003 e 4° quest’anno. Per Silvia Weissteiner, la più forte delle tante azzurre in gara, sarà difficile migliorare l’ottimo quinto posto dell’anno scorso davanti al pubblico di casa. Gli uomini dovranno percorrere 10.000 mt., le donne 5.000. La manifestazione inizia alle 13.30 con la gara amatoriale BOCLASSIC 4 ALL. A seguire le gare giovanili per il Trofeo Raiffeisen e le due gare elite (ore 15 ed ore 15.30).

Tutte le informazionisulla gara: www.boclassic.it

con la collaborazione dell'ufficio stampa della BOCLASSIC