Rubiera, 10 settembre: Campionati Italiani di Mezza Maratona

{flike id=99} {plusone id=99}

Ad una settimana dalla Maratona di Goteborg diamo un'importante anticipazione: nella città di Stefano Baldini la sua società, la Corradini Excelsior Rubiera, ospiterà il prossimo 10 Settembre una grande edizione dei Campionati Italiani di Mezza Maratona Trofeo “Calcestruzzi Corradini - Memorial Uber Siligardi”.

La FIDAL ha assegnato a Rubiera i Campionati Italiani sulla distanza per le categorie Assoluti, Promesse, Juniores Maschili e Femminili. Per informazioni sulle iscrizioni e regolamenti www.corradiniatletica.eu.

Dopo l’edizione dei Campionati Italiani dei 10.000m del 1995, la provincia reggiana grazie a Rubiera si veste di tricolore e organizza con la massima cura di ogni dettaglio questi Campionati.

Stefano Baldini sarà in gara, non per fare gli onori di casa ma anche per cercare una vittoria ed un altro titolo italiano. Naturalmente adesso concentrazione e strategie solo su Goteborg, ma le pagine web del Campione Olimpico vogliono anticipare e dare spazio a questa città che vive di Atletica vera e sempre attiva, grazie a uomini illuminati dallo spirito più bello dello sport. Baldini ha da loro la vera linfa agonistica di tutte le sue vittorie, sono tutti gli uomini della Calcestruzzi Corradini Excelsior.

Il Sindaco di Rubiera, Lorena Baccarani, nel suo messaggio di presentazione conferma. “Una città che vuole cogliere questa importante occasione per festeggiare lo sport nei suoi valori più profondi e autentici, Rubiera corre… grazie alle persone che ogni giorno investono tempo, energie, competenze e risorse in questo”. 

Tornando indietro a quel 1995 e ad un grande Campionato Italiano dei 10.000m, c’è solo da ricordare uno stadio di atletica con una grande cornice di pubblico per spingere un ragazzo giovane, anonimo per il grande pubblico, che quella sera vinse il suo terzo titolo sui 10.000m. Aveva solo 24 anni, sempre tesserato per la Calcestruzzi Corradini Excelsior, e Stefano Baldini significava per gli altri imparare a guardarsi sempre bene e sempre di più in gara da lui.

Nella foto, il suo arrivo che era solo una tappa della sua voglia di vincere. Le bandierine e la festa erano state preparate. Non sappiamo se si può dire che il tifo ed il calore sono sempre state una spinta favorevole per la sua corsa, perché la sua forza e carattere stupivano sin da quando era giovane promessa. Non vogliamo fare la storia di Baldini Stefano ora, ma certamente conoscere queste piccole puntate può far capire quanta fatica, quanta passione e che spirito ci vuole per creare l’agone in un ragazzo predisposto alla vittoria. 

Partiamo dalla foto ma è bene presentare questa gara, che è un vero e proprio Evento. I 21km e 97 metri saranno solo il cuore importante perché dal giorno precedente si parte non solo con l’inizio del ritiro dei pettorali ma anche con una serie di attività collaterali che saranno un contorno di grande sostanza e accoglienza in questa terra di grandi tradizioni e di grande corsa, intesa come cultura riconosciuta da ognuno.

Sabato 9 settembre dalle 17,00 ci sarà l’apertura della Mostra di Meccatronica con la collaborazione dell’Unione Industriali, ma anche la Mostra Mercato dei prodotti Agroalimentari grazie a CONFAGRICOLTURA. Chiusura della serata con il concerto alle 21,30 di Andrea Mingardi in Piazza Gramsci, che sarà per 2 giorni il centro della gara e di ogni attività. Domenica mattina oltre alle mostre e a tutta l’area commerciale, spazio anche alla Raccolta Fondi per la Ricerca sulla Molecola AE per la cura del Neuroblastoma. Alle 11,00 in Piazza ci sarà la cottura di una forma di Parmigiano Reggiano, il miglior formaggio del mondo, che qui nasce. La partenza della gara sarà alle 17,30 circuito allestito ad hoc, chiusura totale del traffico e spazio alla lotta per il titolo.

Tutto ciò non deriva solo dall’Oro Olimpico ma da falcate nate molti anni prima e dalla voglia di creare atletica per tutti.

Marco Benati, Presidente della Calcestruzzi Corradini Excelsior precisa: “C’è forte legame tra corsa di resistenza e territorio, attorno a questi campionati c’è un insieme di manifestazioni espositive e di spettacoli, per far conoscere agli ospiti di ogni parte d’Italia le migliori espressioni del lavoro e della popolazione reggiana, e al tempo stesso, coinvolgere i cittadini a partecipare con calore ed entusiasmo alla grande prova agonistica di mezza maratona!”

Daremo spazio ancora all’Evento, per aggiornare sulle novità e per sentir parlare anche di questo il campione olimpico. Un’anticipazione di Stefano su quello che è questa gara per lui: “come un sogno ricorrente, è quello di riuscire ad avere successo per poi finalmente tornare nella propria città e mostrare cosa si è capaci di fare, perché puoi girare in tutte le parti del mondo, ma non c’è nulla che possa eguagliare il calore della tua gente”.